Recentemente alcuni genitori dell’Istituto Nigra di Torino hanno deciso di non far partecipare i propri figli al Programma Teen STAR e hanno chiesto al preside precisazioni sulla reale laicità del programma. Tale preoccupazione si riferisce soprattutto al nesso tra Teen STAR e la “Teologia del corpo” di Giovanni Paolo II.

Il corso con i ragazzi, sulle prime sospeso per permettere un chiarimento, è ora ripreso con delibera del Collegio Docenti e del Consiglio d’Istituto.

A fronte di questo accadimento, Teen STAR ha colto l’occasione per chiarire ogni dubbio emerso a beneficio di tutti i ragazzi e, in particolar modo, dei loro genitori che hanno deciso o decideranno di scegliere il metodo Teen STAR come percorso per l’educazione all’affettività e alla sessualità per i loro figli.

La trasparenza alla base del rapporto di fiducia con i genitori

Il programma Teen STAR prevede due incontri con i genitori, una presentazione iniziale ed un incontro di restituzione (realizzabili anche in streaming). In particolare, nel primo i genitori hanno la possibilità di entrare nel merito dei contenuti e delle modalità con cui gli stessi verranno trattati. I Tutor sono disponibili ad incontrare genitori e docenti in qualsiasi momento del percorso.
La partecipazione al programma è facoltativa: sia i genitori, ai quali viene previamente presentato il programma, sia gli alunni devono sottoscrivere il proprio consenso.

Laicità, scientificità e metodo induttivo, i punti di forza

Teen STAR è un programma laico e aconfessionale. La laicità, davvero libera da ogni ideologia, è un punto di forza del programma TS poiché il suo riferimento è la natura umana, il dato di realtà. Laicità come approccio per una riflessione sulla natura umana nell’alveo del razionale e del reale, creando spazi in cui sia data la possibilità a chiunque di confrontarsi con mente aperta, con autentico spirito di ricerca capace anche di rivedere le proprie opinioni.
Il programma, in una fase evolutiva estremamente delicata come l’adolescenza, conduce i ragazzi a riconoscere e comprendere le proprie trasformazioni fisiologiche, utilizzando la terminologia scientifica appropriata e valorizzando la bellezza e l’armonia del corpo fatto per la relazione. I ragazzi hanno la possibilità di confrontarsi liberamente con i Tutor e la metodologia induttiva si astiene da qualsiasi approccio normativo.

Teologia del corpo

La Teologia del corpo è una visione antropologica sul senso della vita e il valore della persona, sviluppata da Giovanni Paolo II. Il nesso tra il programma Teen STAR e la Teologia del corpo è l’antropologia personalista.
Teen STAR si configura infatti come un programma olistico che integra le cinque aeree della persona come un unicum e non come la somma delle parti di cui è composta.
Teen STAR, ovvero una stella con cinque punte che stanno ad indicare gli aspetti inscindibili dell’unità della persona: fisica, emozionale, intellettuale, sociale e spirituale (per dimensione spirituale si intende quella parte di sé in cui ciascuno, non considera sé stesso basandosi unicamente sull’esperienza immediata del qui e ora, ma riconosce e integra nelle sue scelte anche ideali, aspirazioni, desideri, modelli di riferimento, princìpi).

Scelte sessuali consapevoli

Teen STAR nel nostro attuale contesto socio-antropologico, si avvale di tutte le evidenze scientifiche necessarie alle nuove generazioni con i contenti neuro-biologici e psico pedagogici, imprescindibili perché i giovani siano informati in modo corretto e completo nella sfera affettivo-sessuale, per compiere le loro scelte in modo sempre più consapevole e “integrato”.
Teen STAR non ha in alcun modo un approccio normativo o dottrinale, la metodologia utilizzata è induttiva. Ciò significa che sono le stesse ragazze e gli stessi ragazzi che imparando a conoscere come è fatto il proprio corpo, dibattono e si confrontano sulle emozioni, i diversi tipi di relazioni, la conoscenza dell’altro nelle sue diversità, l’assoluto rispetto per le differenze e le proprie scelte comportamentali nei diversi contesti reali o virtuali in cui si esprimono.

L’ovulazione come segno di salute

Il percorso Teen STAR accompagna le ragazze a capire come funziona il proprio corpo, a riconoscere i segnali prodotti dagli ormoni e a capire che l’ovulazione è un segno di salute e benessere.

I primi che parlarono di ovulazione sono stati Ogino (ginecologo giapponese) e Knaus (ginecologo austriaco) che nel 1924 e nel 1932 scoprirono, nella fisiologia femminile che l’ovulazione (liberazione dell’ovulo dall’ovaia) avviene una sola volta nell’arco del ciclo mestruale, ritenendo che la durata del ciclo mestruale sia per tutte le donne di 28 giorni, consigliavano, per evitare una gravidanza, di astenersi nei giorni centrali del ciclo. Questo specifico metodo è ritenuto assolutamente inefficace.